fbpx

Menu

Raffaello Vescovi con Gigi Riva

Fonte: Wikipedia

Raffaello Vescovi - fondatore

Da Pelè a Riva, fino ad ognuno di voi.
VESCOVI SPORT
RAFFAELLO VESCOVI Stopper tecnico ed elegante, dopo le giovanili col Pontedera, la sua carriera inizia in serie C con il Pisa, dopo due anni viene acquistato dal Cagliari sempre in serie C; con i sardi resterà 7 stagioni, conquistando una doppia promozione fino alla Serie A e disputando quindi 4 campionati in Serie A sempre da titolare. Nel campionato di serie A 1964/65,dopo aver saltato tutto il girone d'andata per un grave infortunio, al suo rientro, il Cagliari fece due punti in meno dell'Inter che recuperò sette punti al Milan, vincendo lo scudetto. Vescovi fu giudicato dalla Gazzetta dello Sport, miglior stopper del campionato. Con i cagliaritani Vescovi ha anche una esperienza nel campionato nordamericano organizzato nel 1967 dalla United Soccer Association e riconosciuto dalla FIFA, in cui i sardi giocarono nelle vesti del Chicago Mustangs, ottenendo il terzo posto nella Western Division. Nel 1968, lasciato il Cagliari alla vigilia del miglior periodo della sua storia per far spazio al centro della difesa all'emergente Niccolai, si accasa al Brescia in serie B con cui conquista la promozione in Serie A. Coi lombardi disputa un solo incontro nella Serie A 1969-1970, quindi nella stagione successiva passa alla Massese neopromossa in Serie B, dove disputa 17 incontri senza riuscire ad evitare l'immediata retrocessione dei toscani, con cui disputa l'ultimo campionato ad alto livello nel 1971-1972 in Serie C. In carriera ha collezionato complessivamente 103 presenze in Serie A e 93 presenze in Serie B. Nella sua carriera professionistica non è mai riuscito a realizzare una rete. Raffaello Vescovi è diventato in seguito il nome di una marca di scarpe da calcio, di sua proprietà. Nella scatola era riprodotta proprio la foto del calciatore con la maglia del Cagliari.

Wikipedia
Raffaello Vescovi con Pelé
Raffaello Vescovi con O'Rey
Login